Algoritmo di Instagram

In questo articolo andremo a vedere come funziona l’algoritmo di Instagram. Andando a riassumere l’ultimo articolo di Adam Mosseri (Head of Instagram).

Questo è uno dei temi più discussi riguardo questa piattaforma, quindi hanno deciso di pubblicare questa guida dove possiamo capire effettivamente perché Instagram mostra questo post prima di quest’altro, o come decide quali post inserire nell’esplora.

Che cos’è l’algoritmo

Prima di tutto c’è da definire il fatto che non c’è un solo “Algoritmo”, ma è un insieme di algoritmi, classificatori e processi, ciascuno con il proprio scopo.

Nel 2010 la piattaforma è nata con un feed cronologico, quindi i contenuti che venivano mostrati erano semplicemente i più recenti. Ma con l’aumentare degli iscritti, nel 2016, le persone perdevano all’incirca il 70% dei post, tra i quali moltissimi anche degli amici più stretti.

Così hanno deciso di iniziare a posizionare i contenuti in base agli interessi del singolo utente. Ogni area di Instagram, ha un’area dedicata, cioè Feed, Storie, Esplora e Reels. Perché queste vengono utilizzate in modo diverso dagli utenti.

Come vengono classificati Feed e Storie

In questo caso, negli anni, Instagram ha capito che gli utenti in queste sezioni vogliono vedere principalmente contenuti di persone che ci sono vicine.

Nel feed e nelle storie abbiamo solo contenuti di persone che seguiamo, periodicamente intervallate da sponsorizzate.

Per scegliere l’ordine dei post ci sono migliaia di “segnali” ecco alcuni che Mosseri definisce come i più importanti:

  • Informazioni sul post. Questi sono segnali sia su quanto sia popolare un post – ad esempio a quante persone è piaciuto – e informazioni più banali sul contenuto stesso, come quando è stato pubblicato.
  • Informazioni sulla persona che ha pubblicato. Questo ci aiuta a capire quanto potrebbe essere interessante la persona per te e include segnali come quante volte le persone hanno interagito con quella persona nelle ultime settimane.
  • La tua attività. Questo ci aiuta a capire a cosa potresti essere interessato e include segnali come il numero di post che ti sono piaciuti.
  • La tua storia di interazione con qualcuno. Questo ci dà un’idea di quanto sei generalmente interessato a vedere i post di una determinata persona. Un esempio è se commentate o meno i post degli altri.”

Nel Feed, le cinque interazioni che esaminano maggiormente sono la probabilità che tu possa dedicare qualche secondo a un post, commentarlo, mettere mi piace, salvarlo e toccare la foto del profilo. 

Inoltre, sulla piattaforma sono presenti le linee guide che permettono al social di tutelare i suoi utenti e mantenere un determinato clima all’interno di Instagram. Infine, c’è anche una parte dedicata al fact check, se per più tempo viene fatta disinformazione il tuo profilo potrebbe essere limitato e i contenuti verranno visti da poche persone.

La sezione Esplora

In questa sezione sono presenti contenuti di persone che non conosciamo e che secondo l’algoritmo di Instagram potrebbero piacerci.

“Una volta trovato un gruppo di foto e video che potrebbero interessarti, li ordiniamo in base a quanto pensiamo che tu sia interessato a ciascuno di essi, proprio come classifichiamo Feed e Storie. Il modo migliore per indovinare quanto sei interessato a qualcosa è prevedere quanto è probabile che tu faccia qualcosa con il post. Le azioni più importanti che prevediamo in Esplora includono Mi piace, salvataggi e condivisioni.”

I segnali utilizzati sono gli stessi del Feed.

In questa sezione le linee guida sono più stringenti perché bisogna tutelare l’intera community e non solo il nostro gruppo di follower e amici.

Come vengono classificati i Reels

I Reels funzionano in modo simile alla sezione Esplora

“Con Reels, tuttavia, ci concentriamo specificamente su ciò che potrebbe intrattenerti. Esaminiamo le persone e chiediamo se trovano un particolare reel divertente o divertente e impariamo dal feedback per migliorare nel capire cosa farà divertire le persone, con un occhio ai creatori più piccoli. Le previsioni più importanti che facciamo sono la probabilità che tu guardi un reel fino in fondo, come, dica che è stata divertente o divertente e vai alla pagina dell’audio”

Confermando così che il dato più importante di tutti è il tempo medio di visione.

Ecco i segnali più importanti:

  • La tua attività. Esaminano cose come quali Reels ti sono piaciuti o quali hai commentato. Questi segnali servono a capire quali contenuti potrebbero essere rilevanti per te.
  • La tua cronologia di interazione con la persona che ha pubblicato. Come in Esplora, è probabile che il video sia stato realizzato da qualcuno di cui non hai mai sentito parlare, ma se hai interagito con loro questo dà un’idea di quanto potresti essere interessato a ciò che hanno condiviso.
  • Informazioni sul Reels. Questi sono segnali sul contenuto all’interno del video come la traccia audio, la comprensione del video basata su pixel e interi fotogrammi, nonché la popolarità.
  • Informazioni sulla persona che ha pubblicato. Consideriamo la popolarità per aiutare a trovare contenuti accattivanti da una vasta gamma di persone e dare a tutti la possibilità di trovare il proprio pubblico.

Lo Shadowban

Mosseri ha parlato anche dello shadowban, dicendo che molte persone accusano di essere in questa situazione quando ricevono meno interazioni. Ma in realtà dice che quasi sempre una grande quantità dei tuoi followers non vede ciò che condividi e che quasi tutti gli utenti guarda metà del proprio feed.

Ci promette che prossimamente faranno alcuni contenuti nei quali spiegheranno nel dettaglio questo argomento.

“Stiamo sviluppando migliori notifiche in-app in modo che le persone sappiano sul momento perché, ad esempio, il loro post è stato rimosso e stiamo esplorando modi per far sapere alle persone quando ciò che pubblicano va contro le nostre linee guida per i consigli. Avremo altro da condividere presto e approfondiremo anche questi argomenti in questa serie.”

Presto Mosseri farà altri contenuti sull’algoritmo e il funzionamento di Instagram, li vedremo anche qui il prima possibile.

Se sei interessato a lavorare insieme, qui, puoi trovare tutte le informazioni.

Il mio libro: “TikTok Strategy. Manuale completo per far crescere il tuo profilo e capire il funzionamento della piattaforma”

Lascia un commento